Quegli sguardi tra la gente

Quegli sguardi tra la gente. Hai presente? Quelle volte in cui non hai neanche il tempo di respirare, tanto i pensieri si affollano e crescono, nutrendo quelle paure che era da tanto che non provavi più.

Mi è arrivata una notizia che mi ha spiazzato un po’ e so, sì, che bisogna rimanere lucidi, fermi, rassicurare l’altro e parlare col cuore. Però se chiudo gli occhi, quel gomitolo di ansia sale fino alla gola.

E continuo a camminare, poi mi fermo, mi siedo, in mezzo a tante altre persone che sono solito vedere, perse anche loro nei propri drammi quotidiani. So che mi devo rilassare, che la vera gioia non potrà mai portarmela via nessun insulso problema di questo mondo mortale, che una soluzione la troveremo, costi quel che costi, che la buona fede ripaga, sempre.

Ecco, poi mi è successo così. Mi ritrovo improvvisamente preda di uno strano magnetismo, mi guardo intorno, come a rintracciare qualcosa e lo trovo, tra le teste, tra gli altri pensieri. Trovo lo sguardo che stavo cercando e mi accorgo che anche quello sguardo stava cercando il mio, agganciandosi in un getto di pace.

Non ci sono state parole. Ma tutto era già più chiaro, in quegli occhi che sorridevano, sgranati.

Niente si sapeva di quella barca solitaria nella mia testa che vagava tra le onde travagliate, mentre aspettava che si calmasse la tempesta per giungere a riva. Niente si sapeva della preghiera intima che bruciava nel petto tutte le sue speranze.

Solo quello sguardo sapeva tutto, senza sapere niente. Sapeva sbrogliare la matassa, ridurla polvere e accendere le stelle nella stanza. Sapeva dire che mi aspettava, perché da qualche parte, in qualche altro mondo sottile e parallelo, eravamo già d’accordo così. Eravamo d’accordo per scambiarci messaggi all’istante, quell’istante che è bastato per trovare una nuova forza, per accogliere nell’anima una nuova sfida, per sapere che nonostante tutto, sì, tutto andrà bene così.

6 risposte a "Quegli sguardi tra la gente"

  1. Io lo conosco quello sguardo, o meglio, lo riconosco, e ringrazio quando c’è, perché é come una promessa mantenuta, come un tornare a respirare, come 1 emozione che non verrà mai dimenticata. Grazie per questo messaggio bellissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...